24 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > Rassegna Stampa

BASKET - Piombino si regala il derby di Natale

23-12-2019 18:43 - Rassegna Stampa
Cecina. Il derby della Costa prende la via di Piombino. La squadra di coach Andreazza, al termine di una partita combattutissima, porta a casa 2 punti fondamentali per la sua classifica.

Dall'altra parte, la formazione di Russo lotta, ma deve quasi sempre inseguire, incappando nel sesto stop consecutivo. La cronacaPiombino segna i primi due punti con Mazzantini. Cecina prova a rispondere con Banti che sbaglia da sotto e i gialloblù di Andreazza ripartono subendo però la difesa dei ragazzi di Russo. Salvadori lavora un buon pallone per Banti che pareggia, ma ancora un intraprendente Mazzantini va in tap-in e prende un libero aggiuntivo che trasforma: 2-4 al 2'. Procacci da sotto porta i suoi a +5 (2-7), mentre la formazione di Russo fatica in fase offensiva e, per oltre 2', non smuove il tabellone. Ci pensa Gay da 3 a sbloccare i rossoblù riportando i suoi a -2. A metà parziale siamo sul 5-12. Cecina prova a rimontare con Guaiana, Turini e Salvadori (11-14). Piombino ha una marcia in più, soprattutto dalla distanza e realizza altri 6 punti firmati da un super Sodero: 11-20 all'8'. I ragazzi di Andreazza vanno ancora a canestro con Eliantonio e mettono 10 punti tra sé e la formazione cecinese. Il parziale si chiude con un'altra tripla gialloblù e la firma è quella di capitan Iardella: 17-27 al primo intervallo. La squadra di Russo prova a rimontare con Gay a inizio del secondo tempino, Bianchi risponde da 3, ma è ancora il numero 6 che con una giocata da campione infiamma il pubblico rossoblù per il -6 dei padroni di casa: 24-30 al 14'. L'inerzia della gara è ora in mano a Cecina che con capitan Salvadori si porta a -4. Persico risponde a Gay e l'ultimo giro di orologio prima della sosta inizia con Piombino a +4 sulla squadra di coach Russo. Nel minuto conclusivo le due squadre non mollano un centimetro e si segna ben 12 punti: 7 dei ragazzi di Andreazza, con nuova magia di Iardella a fil di sirena e 5 da parte di Cecina con Turini e Banti: 39-46 all'intervallo. Il primo possesso è dei gialloblù che sbagliano con Mazzantini, mentre dall'altra parte Turini fa centro per il nuovo -5. Sodero si conferma tra i migliori dei suoi e anche Eliantonio trova i 3 punti dalla "mattonella" provata durante il riscaldamento: 41-51. Cecina non sta a guardare e mette dentro un parziale da 6-0 firmato Salvadori e Gay. I rossoblù non si fermano e realizzano con Banti da appena dentro l'area e, dopo un errore di Piombino in fase offensiva, si portano a -1 con una tripla di Guaiana: 52-53. La squadra di Andreazza incassa ma non si scompone e prova a ricostruire il vantaggio con Sodero dalla lunetta: 54-57 al 25'. La squadra di Russo, spinta anche dal pubblico di casa, sembra averne di più e la schiacciata di Turini, che vale il nuovo -1, galvanizza i rossoblù che trovano il sorpasso con un ottimo Guaiana a 3'dalla mezz'ora: 58-57. Persico firma il controsorpasso e Procacci da 3 riporta i suoi a +4 all'inizio dell'ultimo minuto del terzo quarto. Lo stesso Procacci realizza altri 3 punti nei secondi finali (58-67) che Gay recupera in parte a fil di sirena. L'ultimo periodo inizia dunque sul 60-67 e i primi punti vengono segnati dopo 2'da Gay dalla lunetta a seguito di un antisportivo fischiato a Persico. Mazzantini, dopo uno stop per crampi a Gay, trova la tripla del +9. La squadra di Russo però non molla e con Turini e Salvadori prova a ricucire il nuovo strappo portandosi sul -6. A metà tempino Piombino conduce 64-71 e la squadra di Andreazza, sempre col solito Sodero, prova a mettere di nuovo la freccia a 2'dal termine portandosi sul +9: è l'allungo decisivo perché Cecina non riesce più a reagire e sugli spalti cantano i tifosi gialloblù. – Michele Amadori

PIOMBINO. Il Golfo torna a espugnare Cecina. Lo fa sul punteggio di 79-88 in una partita da vero derby (tre giocatori fuori per parte), con grande intensità e con i rossoblù che non hanno mai mollato, recuperando un parziale iniziale piombinese che avrebbe tagliato le gambe a chiunque. Per la prima volta da quando è allenatore di Piombino, Andreazza espugna il Palapoggetti, regalando una fine di 2019 da sogno. Per i gialloblù comunque una prova di forza collettiva importante quella vista in terra cecinese: basti pensare ai sei giocatori in doppia cifra, tra cui un sempre più incisivo Giacomo Eliantonio.Meritate vacanze adesso per la tripla guidata da coach Andreazza: la Solbat tornerà in campo domenica 5 gennaio nella sfida casalinga con Olimpo Basket Alba. Partita chiave in ottica playoff, con Iardella e compagni che riceveranno la visita di un roster importante che in classifica si attesta proprio nelle zone playoff.«Mi aspettavo una partita così tosta - commenta proprio Andreazza - sapevo di trovare un Cecina non certo come quello visto a Lucca. Si sono rinforzati con due giocatori importanti: i rossoblù oggi sono stati combattivi, molto bravo coach Russo a preparare questa sfida. Portiamo a casa questi due punti, credo meritatamente essendo stati avanti per più di 39 minuti: sul 58-57 avevamo avuto un po' paura di perderla, però soffrendo siamo stati bravi a portarla a casa. Eliantonio e Persico? È già un po' che stanno giocando bene insieme: sono due giocatori intelligenti che sanno giocare insieme. Nel terzo quarto abbiamo dovuto fare un'altra scelta: abbiamo avuto più equilibrio in difesa, forse meno in attacco però senza dubbio una gran vittoria. È stata fondamentale la nostra esperienza e anche tanta fisicità: devo complimentarmi con la società di Cecina che ogni anno porta dei giovani interessanti, sia di proprietà che da fuori. Torneremo a lavorare sin da molto presto. Pensiamo adesso a tornare a casa e poi saremo pronti per allenarci nuovamente. Siamo sulla buona strada, anche la striscia positiva ci dà carica. Siamo contenti di essere arrivati a fine dicembre con questa fila di risultati utili consecutivi: anche la vittoria di oggi - conclude - ci conferma la buona salute che stiamo attraversando e aumenta la nostra esperienza visto che non avevamo mai vinto partire del genere. Abbiamo iniziato a farlo con il successo di Montecatini e oggi abbiamo continuato su questa linea». -- Francesco Massei



Fonte: Il Tirreno
Documenti allegati

Realizzazione siti web www.sitoper.it