28 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > Rassegna Stampa

NatalAtletica 2019 e Memorial Babbini, gli atleti chiudono la stagione alla grande

29-12-2019 18:15 - Rassegna Stampa
Quasi 300 ragazzi iscritti e almeno il doppio di spettatori nella giornata di sport dedicata al quattrocentista scomparso

PIOMBINO. Si è svolto domenica 15 dicembre, il secondo memorial Andrea Babbini, all'interno della manifestazione Natalatletica, organizzata per il terzo anno di fila dal Centro Atletica Piombino. La voglia di ricordare un caro amico specialista dei 400 metri ad ostacoli che ci ha lasciati troppo presto nel 1990, e quella di farsi comunque gli auguri per l'anno che verrà gareggiando, sono andate a confluire in questa manifestazione, organizzata nei minimi dettagli da Fabio e Maddalena Quilici che hanno prodotto un programma orario ricco e variegato. Quasi 300 iscritti, ed almeno il doppio le persone presenti al campo in una giornata che ci ha regalato un po' di sole. Gli assoluti, over 16 anni, hanno gareggiato in un triathlon lanci composto da peso, disco e giavellotto. In gara Ruben Perotti, che ha disintegrato il suo primato personale nel getto del peso, portandolo da 16.43 a 17.62 in un solo lancio, segno dei progressi che il ragazzo sta compiendo sempre sotto la guida del professor Piero Massini. Con questo personale ha vinto il premio come miglior risultato tecnico, in più, per la serietà con la quale si allena, gli è stato regalato dal presidente Fabio Quilici un disco marca "Denfi" da 1,750 kg per la nuova avventura nella categoria juniores in procinto di iniziare.Valtere Rocchi, altro forte esponente del gruppo lanci piombinese, ha disputato delle buone gare, rimanendo sull'alta media dei suoi lanci stagionali sia nel disco sia nel peso. Anche le allieve più giovani si sono migliorate: Sara Tamburini ha vinto il premio per la miglior prestazione tecnica femminile della manifestazione, in virtù di aver scagliato il martello a 38.06, superando il precedente primato ottenuto a giugno a Fidenza di 36.94. Viola Mansani, ottava ai campionati italiani U16 ad ottobre, ha incrementato di qualche centimetro il suo record nel disco (28.92) e Stella Beccarisi è nettamente migliorata nel lancio del martello, lei che predilige comunque il giavellotto, assente da questo triathlon che comunque ha vinto.L'altra gara femminile era un biathlon 80 e lungo che è stato nettamente vinto dall'elbana Caterina Pagnini, seguita da Fabio Quilici. Per i maschi, è stato organizzato un triathlon che comprendeva peso-triplo e 150. Gara dominata da Mario Cutaia, che ha preceduto un Alessandro Augenti in netto progresso sia nel peso sia nel triplo. Francesco Frediani ha vinto i 150 metri in 18"6 mentre Matteo Ciampini ha concluso la gara di lungo con tre nulli, ma uno dei suoi salti è stato misurato ed era intorno ai 6,50, entrambi allenati da Francesca Quilici. Una bella novità tra i ragazzi U14, la possibilità data loro, sempre all'interno di un triathlon composto da 60, alto e giavellotto, di poter scambiare la gara di alto con quella di asta. Ed è stato così che hanno debuttato nella difficile disciplina, dei 12enni e dei 13enni preparati molto bene negli ultimi mesi (l'asta in Italia sarebbe una gara riservata agli over 14). Davide Serafinelli ha valicato 2,50, Nicola Serra 2,40 e poi ancora Alessandro Antonini e Marco Beccari 2,00, Alessio Sainati e Mattia Ristori 1,90 e Federico Fazzini 1,80. A far compagnia ai piccoli atleti del CAP, un ragazzo nigeriano, Malik Sule, 20 anni, rifugiato richiedente asilo politico che, grazie ad un progetto della regione Toscana, è stato reclutato per favorire la sua integrazione all'interno di un ambiente sportivo. Malik si è subito sentito a suo agio nel Centro Atletica e a giugno aveva già debuttato nei 100 metri correndo in un discreto 11"85. Alle sue naturali doti veloci, gli allenatori stanno cercando di aggiungere i rudimenti del salto con l'asta e alla prima uscita agonistica, è già stato capace di valicare 2,60. La gara del triathlon ALTO è stata dominata da Simone Santucci che si è imposto sul livornese Francesco Savi con un ottimo 1.53. Progressi per Santucci anche sui 60 metri (8"4), lui che ha iniziato da settembre ad allenarsi anche con Francesca Quilici per preparare il salto triplio, disciplina nella quale potrebbe facilmente emergere in poco tempo secondo i tecnici sociali. Insiema a Santucci hanno preso parte al triathlon alto e ben figurato Giulio Del Santo, Samuele D'Andrea, Riccardo Di Rosa e Lorenzo Mussio. --© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli Esordienti in grande spolvero Ecco tutti i risultati dei piombinesi
Tutti bravi i piccoli talenti del Centro Atletica locale, perché ognuno di loro ha dato il massimo delle proprie capacità

PIOMBINO. Natalatletica è una manifestazione nata appositamente per gli Esordienti, una categoria che il Centro Atletica Piombino ritiene il tassello di fondamentale importanza nell'impostazione futura della squadra.Per questo motivo la società dedica ai bambini di questa fascia di età un'attenzione particolare che comincia con la scuola di atletica leggera, da settembre a maggio, e continua anche in estate con i centri estivi in cui si coniugano perfettamente l'attività ricreativa e quella di formazione sportiva. Corollario di questa impostazione di politica sportiva sono le gare sul campo, anche quelle non ufficiali di prova. Tutti bravi gli esordienti del Centro Atletica perché ognuno di loro ha sicuramente dato il massimo delle proprie capacità. Il programma delle gare prevedeva il biathlon con 2 specialità tra le molte possibili e ha sicuramente favorito i partecipanti con le caratteristiche più idonee a quelle disputate.EM10 (2008 - 2009)biathlon con 200 metri e salto in lungo: Aleksei Chellini (35"9 - 2,65 - 630), Matteo Moretti (36.9 - 2.88 - 642), Matteo Mussio (35"8 - 2,94 - 635), Filippo Pagnucci (34.4 - 3,57 - 916) il migliore classificato all'11° posto, Alessandro Poli (42"4 - 2.82 - 438), Alberto Zilla (35.9 - 3,42 - 813).EM8 (2010 - 2011) (50 metri e lancio della palla): Elia Allegrini terzo classificato (8"5 - 24,60 - 1069), Cristian Ceccanti (9"7 - 15.80 - 599), Alex Damiani (11"1 - 14,60 - 406), Daniel Damiani (11"0 - 6.20 - 141), Carlo Angelo Fosco (9"2 - 11.70 - 5.36), Diego Giannini (9"0 - 16.60 - 726), Elia Magnani (10"1 - 20,30 - 695), Rocco Magnani (10"7 - 16,10 - 492), Alessandro Mangini nono classificato 10"0 - 25,70 secondo di specialità - 883), Jeremy Sodini (9"5 - 8,60 - 392), Lorenzo Stacchini (9"3 - 10,60 - 4,85), Bryan Venosa (11"6 - 13,80 - 341).EM5 (2012 - 2013 - 2014)(40 metri e lancio della palla): Roberto Graziano (9"7 - 8,00 - 470), Andrea Guarguaglini quinto classificato (8"2 - 14,10 - 1049), Giulio Massini, primo dei pulcini 2014 (8"8 - 14,87 - 1015), Federico Stacchini (8"8 - 10,10 - 724), Gabriele Stefanini (9"2 - 10,08 - 657), Leonardo Togni (9"5 - 13,00 - 667).EF10 (2208 -2009) donne(200 e salto in lungo): Salma Atqaoui (44"9 - 2,50 - 392), Martha Julia Bardini (38"8 - 2,40 - 575), Margherita Benucci (37"2 - 3,00 809), Gaia Cillerai (40"0 - 2,82 - 641), Irene Manfredini (40"3 - 2,85 - 638), Giulia Porciani settima classificata (33"2 - 3,55 - 1165), Sara Provenzano vincitrice del biathlon (30,6 prima classificata - 3,60 - 1329), Giada Regoli seconda classificata (32"2 - 3,80 prima classificata - 1294), Alice Sainati (34"7 - 3,30 - 1014), Chiara Santucci (34"8 - 3,00 - 924).EF8 (2010 - 2011) (50 e lancio della palla): Gaia Bardini (10"2 - 10,70 - 467), Viola Gazzarri quarta classificata (8"8 seconda - 13,34 - 990). --




Fonte: Il Tirreno
Documenti allegati

Realizzazione siti web www.sitoper.it