24 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > Rassegna Stampa

Piombino ci riprova, è caccia al record mondiale Indoor Rowing

06-09-2018 15:32 - Rassegna Stampa
Una squadra di 20 atleti capitanata dal campione livornese Mauro Martelli proverà a battere il primato sulle ventiquattro ore al remoergometro

LIVORNO

I limiti sono fatti per essere superati. E i record per essere raggiunti. Lo sa bene Mauro Martelli, livornese sempre alla ricerca di nuovi stimoli e nuove sfide e quella che lo attende sabato e domenica a Piombino (piazza Bovio alle 17) è forse la più ambiziosa: si tratta del tentativo di record del mondo Indoor Rowing sulle ventiquattr´ore, categoria pesi leggeri maschili, large team. L´evento farà parte delle manifestazioni per la candidatura di Piombino a Città Europea dello Sport 2020.

Mauro non sarà solo. Nel team insieme a lui figurano infatti altri diciannove atleti selezionati, campioni di canottaggio di livello nazionale e internazionale. Chiamatelo pure il Signore dei record: con ventiquattro titoli italiani e un oro agli europei, il capitano del team delle meraviglie Mauro Martelli di record al remoergometro ne ha stabiliti ben quattordici. Ma la battaglia più dura è stata quella contro il cancro. Una diagnosi (era il 2012, Mauro aveva già riportato sei record del mondo) che avrebbe fatto desistere chiunque nel proseguire un´attività impegnativa come quella dell´Indoor Rowing. Ma non Mauro, che dopo gli interventi e le cure del caso è riuscito a riportare altri otto record, più del doppio, facendolo diventare Testimonial AIRC d´eccezione e presidente di Sportlandia, l´associazione che si occupa di inclusione di atleti con disabilità mentali. Perché lo sport vuol dire anche e soprattutto lottare con tutte le forze contro se stessi e contro i propri limiti, non arrendendosi mai. Quello di sabato sarà un evento che, a sentir parlare il Signore dei record, avrà un´importanza straordinaria, dentro e fuori l´ambito strettamente sportivo: «In genere questi record si tentano con 60 atleti - spiega Martelli - noi saremo in 20, un gruppo misto composto da giovani di venti anni e atleti decisamente più maturi perché in queste gare di endurance è bene avere un giusto mix di potenza esplosiva ed esperienza. Sarà una manifestazione non solo sportiva ma a carattere sociale: i proventi verranno devoluti a Sportlandia Livorno, che promuove attività di canottaggio e bowling per atleti con e senza disabilità mentali. In questo momento in particolare stiamo raccogliendo fondi per sostituire la caldaia che usiamo presso la struttura dei vigili del fuoco Tomei. Per questo abbiamo fatto partire un crowd-funding su www.retedeldono.it che si chiama "24H per la caldaia - Rowing for Boiler", per permettere a Sportlandia di ristrutturare la propria cantina e proseguire la sua attività presso i ragazzi con disabilità intellettive. Ma il 9 e 10 settembre sono giorni che a Livorno sono legati all´alluvione quindi ricorderemo le vittime del tragico evento dell´anno scorso. Un pensiero poi lo rivolgeremo anche ad Andrea Faina e Jacopo Pieri, per cui gli atleti indosseranno una maglia in ricordo di quei ragazzi».

Questa manifestazione sarà il viatico ideale per Piombino, candidata a Città Europea dello Sport 2020: «Dentro questa candidatura - spiega il primo cittadino piombinese Massimo Giuliani - c´è l´educazione continua allo sport che vogliamo
promuovere, un processo di sensibilizzazione alla solidarietà. E poi ci terremmo davvero a fare un record, visto che lunedì scorso abbiamo ospitato il tentativo di di Stefano Makula, che purtroppo non è andato a buon fine. Speriamo vada meglio questo fine settimana». --

Eva Bertolacci


Fonte: Il Tirreno - On line

Realizzazione siti web www.sitoper.it