28 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News

Un progetto per favorire la pratica sportiva tra i disabili. Associazioni e Comune partecipano al bando della Fondazione Vodafone

31-01-2018 08:04 - News
Ph. Patrick Donati - SNP Spazio H2O
"Ogni Sport Oltre" è il titolo del progetto sulla base del quale alcune associazioni del territorio, con il partenariato del Comune di Piombino, hanno partecipato al bando della Fondazione Vodafone per il finanziamento di progetti che diano un sostegno alla diffusione della pratica sportiva tra persone con disabilità fisiche, sensoriali, intellettivo-relazionali.
Il progetto, che vede l´associazione Nuoto Piombino in qualità di capofila, insieme alla Lega Navale, Spazio H onlus, Associazione Ci sono anch´io e Il labirinto, ha un costo complessivo di 141 mila euro, di cui 112.800 richiesti alla Fondazione tramite il bando. Vista la costante attività di libera pratica motoria in acqua di bambini e bambine presso la piscina comunale, il progetto definisce quale primo obiettivo specifico l´avvio di una sperimentazione di diffusione della pratica sportiva, anche agonistica organizzata, di persone con disabilità, soprattutto giovani, concentrandosi in una prima fase su due attività sportive, il nuoto e la vela, per tentare successivamente l´allargamento della proposta anche ad altre discipline.

""Come Comune il nostro ruolo è stato quello di mettere insieme le realtà sportive e dell´associazionismo legate all´handicap per un progetto che possa cogliere gli obiettivi del bando - spiega il vicesindaco Stefano Ferrini - È importante che il legame tra questi due mondi si sia realizzato e sia avvenuto con una progettazione comune che può portare ad una crescita sportiva e sociale della città. Il tutto anche nella cornice della sfida della candidatura di Piombino a città europea dello sport 2020 che deve diventare l´occasione per far crescere in maniera duratura il turismo sportivo nel nostro territorio."

Per la realizzazione del progetto si prevede quindi la costruzione di una rete territoriale aperta anche ad altri soggetti del territorio che si occupano di sport e disabilità che dovrà definire un modello di collaborazione capace di mettere in moto tutte le forze associative, gli enti pubblici e i privati interessati. Il soggetto propulsore sarà il Comitato promotore Piombino 2020, coordinato dal Comune di Piombino, che sostiene la candidatura a "Città europea dello sport" di Piombino.

Dovrà essere pertanto definito un piano di promozione e comunicazione per incentivare la pratica dell´attività sportiva per disabili e dovrà essere predisposto l´adeguamento delle strutture sportive coinvolge allo svolgimento delle attività previste, attraverso l´acquisto di attrezzature come il sollevatore, il gommone e interventi di adeguamento sull´accessibilità della piscina comunale.

Tra le altre azioni anche la predisposizione di un team di supporto con l´identificazione di specifiche professionalità (educatori tecnici, supporto psicologico), la formazione condivisa di tutti gli operatori impegnati e il conseguimento delle certificazioni e brevetti previsti dalle Federazioni paralimpiche. Infine la progettazione e la sperimentazione di servizi che possano facilitare l´accesso delle famiglie e dell´utenza, l´attivazione di un servizio di trasporto domiciliare, la co-progettazione con le famiglie stesse di ulteriori servizi di supporto. Le ultime fasi saranno quello del successivo consolidamento di corsi di nuoto e di vela per giovani con disabilità e la diffusione dell´esperienza anche per altre pratiche sportive.


Fonte: Comunicato stampa Comune di Piombino

Realizzazione siti web www.sitoper.it